A un anno di distanza dalla uscita della prima Vespa, nel 1947 una industria famosa per la produzione di tubi metallici, la Innocenti, decise di mettersi in concorrenza con la prima nata, visto il grande successo, lanciando sul mercato quella che rimase, fino al 1971, anno del fallimento del progetto, la vera grande rivale, la Lambretta, termine derivato dal fiume Lambro che lambiva gli stabilimenti di produzione.

Lambretta 150 LD anno1957

Chi teneva per Coppi, chi per Bartali, chi aveva la Vespa, chi la Lambretta.

Lo scooter della Piaggio aveva dalla sua parte la genialitÓ e la fantasia del progetto, quello della Innocenti la potenza industriale e commerciale di una forte azienda.

C' erano le premesse perchŔ il match finisse alla pari e invece, alla lunga ha prevalso la Vespa, per motivi che vanno al di lÓ della lunga diatriba tra i sostenitori del motore centrale o laterale. Gli scooteristi, sostenitori accaniti di una o dell' altra soluzione, contribuirono a dare un tocco di colore alla difficile storia dell' Italia del dopoguerra.

Foto in bianco-nero dei modelli pi¨ significativi della LambrettaA mio parere i modelli pi¨ belli, sono quelli della fine degli anni 50, tra l'altro piuttosto rari da vedere in giro nelle varie mostre scambio (termine di comodo, in quanto gli scambi a cui ho partecipato, riguardavano esclusivamente pezzi con denaro!)

Stranamente, anche se una spiegazione la si pu˛ trovare nel istinto di conservare gli oggetti pi¨ vecchi, in tali mostre abbondano i primissimi modelli senza carenatura(foto sotto), mentre difficilmente si riescono a trovare quelli successivi.

Concludo questa breve storia e carrellata di modelli con la foto del famoso ciclomotore "Lambrettino" con cambio a tre marce, di cui conservo un piacevole ricordo personale, in quanto, ne possedevo un esemplare, di cui mi disfai, quando ancora non ero appassionato di moto (e auto) d' epoca.

Lambretta e ricambi in vendita su eBay


Home