sponsor vespa forever  

Smontaggio completo descritto e documentato di una Vespa...

Si ringrazia "Poeta" "Pugno di Dadi" per la paziente descrizione

Guida pratica alle operazioni di smontaggio di una Vespa "small frame"(50 Special)

1 - Guardatela ancora una volta, non la rivedrete mai pi in queste condizioni....(direte voi ma se si tratta di un conservato ottimo!)
Niente diserzioni, si smonta! Si smonta e basta (guanti in lattice indossati)



2 - Iniziamo con il togliere la sella, la vaschetta portaogetti, il serbatoio, il pomello e il comando aria, ed infine il carburatore (chiave spaccata 8/10/11, tronchesina, pinza)



3 - Poi la volta del fanalino di coda, ed ecco una sorpresa! Di certo qualcuno in passato ci ha messo le mani.... vedi che facciam bene a smontarla! (chiave da 8, cacciavite a taglio medio)



4 - Ora tocca al motore, questo di una 3M special del 73-74 a bobina interna, non fate finta di non capire....



5 - Ora dopo aver dapprima svitato il dado di testa dell'ammortizzatore, sotto al serbatoio, la corichiamo sul fianco sx, togliamo dapprima il perno dell'ammortizzatore post, sfiliamo l'ammortizzatore, poi la volta del coprivolano e di tutte le viti della cuffia, sganciamo i cavi freno, frizione e marce, sfilandoli dall'occhiello passacavi posizionato sui carter, apriamo ora la scatola elettrica dei collegamenti (scatola B.T.) e scolleghiamo per bene i cavi, ora tocca alla pedalina del freno post (chiave da 7/8/10/13/14/15, cacciavite a taglio medio e grande, tronchesina, pinza)



6- Non rimane che da togliere il perno e sfilare il motore, agiamo cos, prendiamo la testa del perno con una pinza a scatto e tiriamo ruotando un poco, il motore stato dapprima scollegato in ogni sua parte e verr via senza intoppi (pinza a scatto)




7 - Smontiamo ora, al fine di ridurre gli ingombri ed evitare rotture delle parti sporgenti, la ruota, la marmitta e la cuffia copricilindro, una rapida occhiata al motore per capire con chi avremo a che fare, stavolta un 50 originalissimo(chiavi da 10/13, tubo da 13, cacciavite grande e a croce)


,


8 - Ora tocca al manubrio, iniziamo con il togliere il faro e il tappo e/o il contachilometri, se con strumento svitiamo il bulloncino vicino al foro di inserimento del cavo sul mozzo, poi la vite sotto al manubrio vicino al perno di fissaggio del manubrio, lei che lo tiene bloccato, ora togliamo le leve e tagliamo i cavi marce, gas, frizione e freno anteriore, scolleghiamo i fili elettrici nelle tre cannucce nere all'interno del manubrio proprio dietro al faro, liberiamo i comandi cilindrici a tubo del gas e delle marce dalle ghiere di tiro, ruotando e sfilando le mollette semicircolari che le fissano ai tubi, sfilati i tubi non rimane che togliere il gruppo devio luci sul manubrio, ora , solo ora v tolto! Sistemiamo i cavi ed i fili per bene nel foro alloggiamento strumento conta km, al fine di agevolare l'uscita del manubrio, svitiamo il perno e ruotando da dx a sx contemporaneamente tiriamo verso l'alto, il manubrio tolto, togliamo anche il clacson (chiavi 8, cacciavite a croce e a taglio fino, pinza)

,
,

9 - Togliamo ora la forcella puntando uno scalpello o un grande cacciavite a taglio e picchiando sulla prima ghiera a svitare, solleviamo la rondella e con la stessa cura svitiamo la seconda ghiera, esiste anche una chiave speciale, ma serve a poco dopo trenta anni, questo il metodo rapido e indolore, la forcella esce, ora per togliere il parafango dobbiamo togliere il parapolvere della sede del cuscinetto inferiore, puntiamo nuovamente lo scalpello come indicato in foto e facendo delle rotazioni ad ogni colpo battiamo nel punto indicato (scalpello, martello, o chiave ad uncino apposita)

,

1o - Puliamo ora il telaio dai vecchi cavi, sfiliamo la treccia che oramai libera e tronchiamo agendo da sotto i ribattini delle liste pedana, che ricordo a tutti, non vanno mai tirate dall'alto e se possibile rimontate originali, per le scritte identificative utilizzeremo un piccolo cacciavite con molta premura, il telaio ora pulito e pronto da subito per la sabbiatura (cacciavite fino a taglio e medio, scalpellino da taglio, martello)



abbiamo terminato amici, poco pi di un'ora, puliamo il garage i ferri e riponiamo in una scatola di plastica tutti i dadi e le minuterie, molte ricordate sono difficilmente trovabili nel nuovo, puliremo nel tempo ogni cosa, revisioneremo la forcella, il motore, la selleria e tutto il resto, ma per oggi il primo passo compiuto, il primo passo verso il RESTAURO.

e ricordate...

"ESISTE UNA SOLA MANIERA DI FARE LE COSE, QUELLA GIUSTA!"


pugnodidadi

Modificato da - poeta in Data 07/12/2006 18:15:22

 

Home